Obiettivo Comune On Air, intervista a Claudio Gavillucci

Ancora un ospite di spessore per Obiettivo Comune On Air, il ciclo di webinar organizzato dall’AssociAzione di Cultura Politica: abbiamo, infatti, l’onore di intervistare l’arbitro di calcio, Claudio Gavillucci, il quale ha arbitrato per anni anche nella massima serie italiana.

Arbitro dal 1996, Gavillucci è stato associato della sezione AIA di Latina, la sua città di nascita. Nel 2003-2004 è promosso in Serie D e quattro anni dopo il salto tra i professionisti. In Lega Pro resta tre anni e, nel 2011, ottiene un’ulteriore promozione in Serie B. Nella primavera 2013 la prima designazione in serie A con la partita Atalanta-Bologna. Cinque anni di successi per l’arbitro di Latina, sino al 13 Maggio 2018, quando interrompe Sampdoria-Napoli a causa degli insulti razzisti provenienti dagli spalti contro i giocatori in maglia biancazzurra e in particolare contro Koulibaly. Dopo una settimana di elogi da TV e giornali, Gavillucci è sospeso dall’AIA per tutta la durata della stagione e, al termine di un lungo processo, è di fatto estromesso dall’Associazione Italiana Arbitri.

Oggi, Gavillucci, è arbitro della Federazione inglese oltre che imprenditore. Il 20 maggio scorso, infine, è uscito nelle librerie il suo “L’uomo nero, le verità di un arbitro scomodo”.

Con l’arbitro pontino, nell’appuntamento di venerdì 10 luglio alle ore 19,00, parleremo della sua particolare storia e di come tematiche di stretta attualità le ritroviamo anche, e soprattutto, in ambiti come lo sport.

Commenta